Gli Amici della Bertoliana nascono nel 2010 con l’intento di aiutare la Biblioteca cittadina a raccogliere fondi per il restauro e la digitalizzazione delle opere contenute nella stessa.
La Biblioteca Bertoliana ha sempre più bisogno di un sostegno economico, dato che i tagli nella spesa pubblica e le crescenti difficoltà finanziarie incidono sulla sua operatività.
Attualmente i soci sono 220, con rappresentanti di tutte le categorie economiche e professionali presenti in città.
Da due anni la Presidenza è affidata all’avvocato Everardo Dal Maso, affiancato dalla Vicepresidente professoressa Valeria Mancini e da un direttivo di 13 persone.
L’Associazione è molto seguita sui social network, in particolare su Facebook, la cui pagina conta ad oggi circa 800 followers ed è gestita pro bono dalla giornalista Ilaria Rebecchi.

Oltre alla funzione principale di sostegno al restauro, sono state organizzate numerose iniziative: presentazione di libri, un reading letterario con il gruppo giovani ed alcune visite alla sala manoscritti rari, il cosiddetto “Sancta Sanctorum” della biblioteca.
Nel corso del 2015 sono stati donati dagli Amici alla Bertoliana circa 8.000 euro, in parte derivanti da una massiccia adesione dei Commercialisti e Notai vicentini, in parte dai soci ordinari e da generosi privati.


Nata a seguito di un appello di sessanta personalità del mondo della cultura, della scuola, della comunicazione e dell’economia vicentina, l’Associazione Amici della Biblioteca Bertoliana ha come finalità principale il sostegno della Biblioteca Civica Bertoliana di Vicenza, sia attraverso la raccolta di contributi economici sia con l’organizzazione di eventi ed iniziative di carattere socio-culturale, autonome o parallele alle attività di questa storica istituzione pubblica.
La rete bibliotecaria urbana è oggi una realtà frequentata da 1000 persone al giorno e affinché la struttura sia al passo con i tempi è fondamentale che possa disporre di fondi adeguati, in particolare  in questa epoca di crisi e tagli di bilancio da parte delle Amministrazioni pubbliche.
L’associazione si prefigge quindi di rafforzare il legame della Biblioteca con la città e di creare sinergie con il territorio per promuovere iniziative finalizzate all’erogazione di contributi o sponsorizzazioni da parte di singoli sottoscrittori, enti e associazioni, in modo da consentire alla biblioteca di ampliare la gamma dei suoi servizi, con un occhio particolare all’innovazione tecnologica.
Altre finalità sono garantire un’adeguata tutela, conservazione e incremento dello straordinario  patrimonio artistico, librario e documentale della Bertoliana, promuovendo il restauro di manoscritti, mappe e testi antichi e il potenziamento della digitalizzazione.
L’associazione si prefigge inoltre di organizzare corsi, conferenze, presentazioni di libri ed autori, visite guidate a biblioteche, musei, archivi, e più in generale iniziative tese a valorizzare l’importanza della lettura, nonché proporre attività di volontariato in collaborazione con gli organi gestionali della biblioteca.
Affinché un gioiello nato nel 1708 dalla munificenza di un privato, Giovanni Maria Bertolo, continui a brillare di luce propria.


Essere soci degli Amici della Bertoliana significa non solo poter contribuire attivamente alla conservazione e manutenzione del patrimonio della nostra Biblioteca cittadina, ma anche appoggiare l’idea di un progetto di una nuova biblioteca moderna e funzionale, che risponda concretamente alle crescenti esigenze di multimedialità ed interattività.
Attualmente la Bertoliana è il più grande polo di aggregazione cittadino ed è frequentata ogni giorno da oltre un migliaio di persone di ogni età e condizione sociale, sia nella sua sede principale di contra’ Riale che nelle sue sedi decentrate.
Per incentivare le iscrizioni, l’attuale direttivo ha promosso una serie di contatti privilegiati e la possibilità di sconti presso alcune librerie, sale cinematografiche e associazioni musicali cittadine, contando sul fatto che tutte queste opportunità culturali possano essere apprezzate dai soci.